Opinione sull’opinione

the_emperor

 

Anche la Home di Facebook, se si fa attenzione, può essere un ottimo strumento per individuare le tendenze umane e poterle identificare dentro di sè, per riflesso.
Ultimamente la mia Home, per esempio,mostra l’impellente bisogno delle persone di esprimere la loro opinione sui fatti, che siano politici, di cronaca, che siano fotografie, video ecc. E’ palese la spasmodica frenesia dell’esprimersi, pur non avendo gli elementi, pur avendo quadri confusi delle vicende, arrivando ad intavolare scontri verbali fondati sul nulla pur di difendere un fortino senza bandiera, che si regge con sabbia e acqua. Come berserkers sotto l’effetto dell’elisir trasfigurante, si confezionano opinioni parziali, senza dar tempo all’oggetto dell’attenzione di mostrarsi, di svelarsi; senza degnarlo di un attimo di osservazione, di presenza. I “non lo so” ed i loro amici “dipende” non sono tanto amati dai più perchè precludono alla sicurezza effimera che, secondo il meccanismo della droga, tanto placa gli animi insicuri. Avere un’opinione porta con sè l’avere un’identità, e nell’identità l’ego si tinge di sicurezza perchè percepisce i suoi confini illusori. L’epoca dei meme sta fagocitando la capacità di ascoltare delle persone, di accettare ciò che il mondo offre e di stare al passo con la sua evoluzione. Dov’è finita la pazienza? Formarsi un’opinione non è obbligatorio; la legge non lo prescrive fra i doveri del cittadino. L’opinione limita l’individuo ai pochi elementi che ha raccolto. Le opinioni sono dighe che bloccano il flusso della realtà e la limitano entro i claudicanti confini di ciò che già conosciamo.

Facebook poi è un grosso scarico di lavandino che drena via l’energia e l’attenzione di chi vi si interfaccia. Non so se avete la mia medesima sensazione, ma ogni volta che lo apro e scorro le notizie sento proprio un risucchio di attenzione e motivazione. La forma pensiero di FB ormai è gigantesca e sintonizzarsi con essa porta ad un travaso di energia non indifferente. Ricordate, però, che coi nostri pensieri e col modo in cui lo usiamo possiamo sempre trasformare questo strumento, quindi prima di pubblicare qualcosa pensate che lo state dando in pasto ad una “creatura” con una sua forma di intelligenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...